FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Europee, il punto sulle elezioni Paese per Paese

La mappa del voto del 26 maggio

Terremoto Europee: questo il punto sulle elezioni, Paese per Paese, secondo quanto viene comunicato dal Parlamento Ue attraverso il suo sito. Inoltre, nello Speciale Elezioni 2019 di Tgcom24, numeri e grafiche aggiornati in tempo reale con la mappa interattiva del voto in Italia e negli altri 27 Paesi: clicca qui.

Ecco come sarà il nuovo Europarlamento

Germania (96 seggi, stime) - L'alleanza CDU-CSU ha ottenuto il 28,9% dei voti, davanti ai Verdi al 20,50% e all'Spd che ha ricevuto il 15,8%.

Francia (74 seggi, stime) -  Rassemblement National ha ottenuto il 23,3% delle preferenze, davanti al LREM con il 22,47% dei voti e l'EELV (13,5%). I repubblicani raccolgono solo l'8,5% dei voti.

Italia (73 seggi, stime) -  La Lega di Matteo Salvini è il primo partito con il 34,27% dei voti, davanti al Partito Democratico 22,73% e il Movimento 5 stelle il 17%.

Regno Unito (73 seggi, stime) -  Il partito della Brexit di Nigel Farage è in testa (31,71%) davanti ai liberaldemocratici (18,55%) e il partito laburista (14,1%). Solo quinto il partito conservatore di Theresa May (8,71%), dietro anche gli ecologisti (11,09%).

Spagna (54 seggi, stime) -  Il Partito socialista (PSOE) guida con il 32,84% dei voti, precedendo il Partito popolare (20,13%) e Ciudadanos (12,18%). Sebbene raccolga solo il 6,21%, il partito di estrema destra Vox entra nel Parlamento europeo.

Polonia (51 seggi, risultati provvisori) - La lista nazionalista Legge e Giustizia al primo posto con il 45,6% dei voti, davanti alla lista centrista (38,3%) e ai socialdemocratici (6%).

Romania (32 seggi, risultati provvisori) - La lista dei conservatori e' arrivata prima con il 26,8 contro il 23,4% dei socialdemocratici. I centristi raccolgono il 21,4%.

Paesi Bassi (26 seggi, provvisori) - Il partito laburista guida con il 18,9% dei voti, davanti al Partito popolare per la libertà e la democrazia (al centro) (14,60%) e ai conservatori (12,10%).

Belgio (21 seggi, provvisori) - Il partito conservatore è arrivato in testa con il 13,5% dei voti, davanti all'estrema destra Vlaams Belang (11,5%) e al Partito socialista (10,50%).

Portogallo (21 seggi, provvisori) - Il Partito Socialista conduce con il 33,4% dei voti, davanti al Partito socialdemocratico 21,9% e il Blocco di sinistra che raccoglie il 9,8% dei voti.

Repubblica Ceca (21 seggi, finali) - Il partito di centrodestra ha vinto le elezioni con il 21,18% dei voti, davanti ai conservatori con il 14,54% e il Partito dei pirati al 13,95%.

Ungheria (21 seggi, provvisori) - Il partito Fidesz del primo ministro ungherese Viktor Orban ha di fatto vinto le elezioni europee. Secondo la commissione elettorale, il nazionalista e conservatore Fidesz ha ottenuto il 52,33% dei voti, rispetto al 16,19% della Coalizione Democratica (a sinistra). Il partito centrista Momentum ha ottenuto il 9,89% dei voti, davanti ai socialisti (6,66%) e all'estrema destra Jobbik, retrocesso al quinto posto con il 6,41%.

Grecia (21 seggi, provvisori) - La Nuova Democrazia (a destra) conduce con il 33,3% dei voti, davanti alla sinistra Syriza (23,7%) e al Movimento per il cambiamento (7,5%).

Svezia (20 seggi, provvisori) - I socialdemocratici ottengono il 23,60%, davanti ai moderati (conservatori) al 16,80%. L'estrema destra continua a crescere diventando la terza forza politica più grande del paese (15,40%). I Verdi ottengono solo l'11,40% dei voti, contro il 15,40% del 2014.

Austria (18 seggi, provvisori) - Il Partito popolare è primo con il 34,90% dei voti, davanti ai socialdemocratici (23,40%) e al partito di estrema destra (17,20%).

Bulgaria (17 seggi, stime) - Il partito conservatore e' arrivato primo con il 30,9% dei voti, davanti al Partito socialista (24,2%) e al Movimento per i diritti e le libertà (al centro) che ha ottenuto il 16,4% dei voti.

Danimarca (13 seggi, risultati provvisori) - I socialdemocratici guidano con il 23,5%, davanti al partito centrista (21,50%) e al partito di estrema destra (13,20%).

Finlandia (13 seggi, finali) - La National Coalition (conservatori) è arrivata prima con il 20,80%, una percentuale in calo rispetto al 2014. Ma il grande vincitore di questo voto è la Green League che raccoglie il 16% delle preferenze, un punteggio storico per questo partito verde. I socialdemocratici arrivano in terza posizione con il 14,60% dei voti, davanti ai Veri Finlandesi (13,80%).

Slovacchia (13 seggi, provvisori) - La lista centrista è in testa con il 20,11% dei voti, davanti ai socialdemocratici (15,72%) e al partito di estrema destra (12,1%).

Croazia (11 seggi, provvisori) -  Il partito conservatore è primo con il 22,72%, davanti al Partito socialista (18,71%) e la lista indipendente di Kolakusic (7,89%).

Irlanda (11 seggi, finali) - Il partito conservatore Fine Gael conduce con il 29% dei voti, davanti al partito centrista Fianna Fail (15%) e all'Alleanza indipendente (15%). Anche il partito ecologista è al 15%. La sinistra dello Sinn Fein incassa il 13%.

Lituania (11 seggi, provvisori) - Il partito conservatore conduce con il 19,7% dei voti, davanti ai socialdemocratici (15,6%) e agli ambientalisti (12,86%).

Lettonia (8 seggi, provvisori) - I conservatori in testa con il 26,24% dei voti, davanti ai socialdemocratici (17,45%) e al partito di estrema destra (16,40%).

Slovenia (8 seggi, provvisori) - I conservatori guidano con il 26,43% dei voti, davanti ai socialdemocratici (18,64%) e al partito centrista (15,6%).

Cipro (6 seggi, finali) - Il partito conservatore è arrivato primo con il 29,02% dei voti, davanti al partito di sinistra (27,49%) e ai socialdemocratici (13,80%).

Estonia (6 seggi, provvisori) - I centristi stanno guidando con il 26,20% dei voti, davanti ai socialdemocratici (23,30%) e un'altra lista centrista (14,40%).

Lussemburgo (6 seggi, provvisori) - I centristi in testa con il 21,44%, davanti ai conservatori (21,1%) e agli ecologisti (18,91%).

Malta (6 seggi, provvisori) - Il partito laburista in testa con il 55.90% dei voti, davanti al partito nazionalista (conservatore) che incassa il 36,20%.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali