FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Al via la Mille Miglia, la corsa più bella del mondo

Sabato si torna a Milano dopo 70 anni

Parte domani, tradizionalmente da Brescia, la Mille Miglia storica, 36° edizione della rievocazione della gara agonistica che si corse tra il 1927 e il 1957. Allʼedizione 2018 sono state ammesse 450 vetture, di cui 101 hanno disputato la Mille Miglia agonistica nellʼarco di quei 30 anni a cavallo della II Guerra Mondiale. Raggiunta Roma, si risalirà verso nord, con la novità di un passaggio per Milano che mancava dal 1948.

Il Museo Viaggiante di auto storiche

La Mille Miglia è più di una corsa, è il “Museo viaggiante di auto dʼepoca” più celebrato al mondo. Le macchine in gara sono esemplari eccezionali e fanno gola, come dimostra il furto di unʼAlfa Romeo storica alla vigilia della partenza da Brescia (un modello 6C 2500 Sport del 1942). Le macchine in gara appartengono a 73 marchi diversi e gli equipaggi provengono da 34 Paesi del mondo, di tutti e cinque i continenti. In quattro giorni di viaggio attraverseranno l’Italia più bella, con un itinerario che varia di anno in anno ma sempre secondo la stessa filosofia.

La prima tappa parte da Brescia e si dirige verso il Garda, per scendere poi verso Mantova, Ferrara e Comacchio per concludersi a Cervia-Milano Marittima. Giovedì si passa per Pesaro e San Marino e si scende fino ad Arezzo, Cortona e Orvieto, per chiudere la seconda tappa a Roma. Le mille miglia, cioè 1.600 chilometri, sono da sempre il percorso che unisce Brescia a Roma e torna a Brescia. Venerdì si parte dalla capitale per salire verso Siena, Lucca e lungo la Versilia, passando poi per il Passo della Cisa, valicò che fu attraversato soltanto nel 1949. Chiusura a Parma, dove sabato 19 maggio si parte per Milano, giungendo in Piazza Duomo.

La carovana ha salutato soltanto in due occasioni la capitale del nord, nelle edizioni sportive del 1947 e 1948. Ma è a Milano, in Galleria da Biffi e a casa del giornalista della Gazzetta dello Sport Canestrini che il gruppo dellʼAutomobile Club di Brescia concepì e sviluppò la corsa. Da Milano si raggiungerà l’Autodromo di Monza e poi si proseguirà per Bergamo e la Franciacorta, fino al traguardo bresciano di Viale Venezia, con la premiazione prevista poi sul palco di Piazza della Loggia.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali