FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Cameriera uccisa da unʼauto, lʼappello della mamma: "Ridatemi il suo cellulare"

Lʼapparecchio è volato via nellʼimpatto con la Ford che ha ucciso la giovane, in provincia di Ragusa. "Su quel telefono ci sono tante foto di Martina con il suo bambino, per favore chi ce lʼha me lo restituisca"

Cameriera uccisa da un'auto, l'appello della mamma: "Ridatemi il suo cellulare"

"Restituitemi il cellulare di mia figlia". L'appello è della mamma di Martina Aprile, la cameriera 25enne travolta e uccisa domenica notte nel Ragusano da un uomo sotto l'effetto della cocaina. "Nella memoria di quel telefono - dice - ci sono tante foto di mia figlia con il suo bambino. Vorrei tanto riaverle".

Il cellulare e le foto con il bambino - L'apparecchio è volato via quella notte nell'impatto con la macchina, che ha anche trascinato per metri il corpo della giovane sulla provinciale Cava d'Aliga-Sampieri. Qualcuno potrebbe averlo recuperato, forse rubato. La madre chiede di farglielo riavere indietro per recuperare almeno qualche ricordo di quella ragazza, madre di un bambino di 4 anni da cui quella notte stava per ritornare.

L'omicidio stradale - Martina era uscita in strada con un collega, finito il suo turno di lavoro, per buttare la spazzatura del ristorante in cui lavorava. Proprio mentre la sistemava nei contenitori con un collega Carmelo Ferraro è sfrecciato con la sua Lancia Y sul rettilineo, uccidendola. L'uomo è poi stato arrestato per omicidio stradale aggravato e si trova ora nel carcere di Ragusa.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali